ITINERARIO: Escursione a Casarano

25.10.2016 17:16
Scarica e stampa percorso completo e guida: itinerario Casarano.pdf (294576)
 
Se volete approfondire la storia di Casarano, prima di partire per l'escursione, visitate la pagina che abbiamo dedicato al paese.

La passeggiata

  • Chiesa di Santa Maria della Croce o di Casaranello
  • via IV Novembre: Giardini Pubblici “William Ingrosso”
  • via Roma: chiesa dell’Immacolata
  • via Crocefisso: palazzo Astore
  • via Francesco Antonio Astore – piazza D’Elia: palazzo D’Elia, Museo della civiltà contadina nel frantoio ipogeo del palazzo, palazzo De Judicibus
  • piazza Diaz - piazza Malta: chiesa matrice Maria SS. Annunziata, colonna di S. Giovanni Elemosiniere, palazzo D’Aquino
  • piazza S. Domenico: chiesa di San Domenico
  • corso XX Settembre: castello Pio
 
Punto di partenza di questo itinerario è la chiesa di Santa Maria della Croce o di Casaranello, una delle testimonianze più antiche del culto della Theotòkos (Madre di Dio) con le sue splendide decorazioni ad affreschi e mosaici.
 
Imboccando via IV Novembre incontriamo i  Giardini Pubblici “William Ingrosso”.  
 
In via Roma è situata la Chiesa dell’Immacolata, all’interno si possono ammirare sei tele del pittore salentino Oronzo Tiso. 
 
Imboccando via Crocefisso si incontra palazzo Astore e, proseguendo proprio per via Francesco Antonio Astore, si giunge in Piazza D’Elia. La piazza, gioiello d’architettura, è impreziosita dall’omonimo Palazzo D’Elia, con l’arma della famiglia Elia. Qui è possibile visitare il Museo della civiltà contadina che si trova nel frantoio ipogeo del palazzo. 
 
Dopo aver lasciato alle spalle, sempre in piazza D’Elia, Palazzo De Judicibus, con la splendida loggia e l’elegante portale a volute,  si giunge in Piazza Diaz, dove è possibile osservare un’antica meridiana, da qui ci si sposta in piazza Malta con la Chiesa Matrice dedicata a Maria SS. Annunziata e la  Colonna di S. Giovanni Elemosiniere. 
 
Dopo la visita a Palazzo D’Aquino, conosciuto da tutti come “il castello”, si può proseguire per la chiesa di San  Domenico, nella quale sono conservate numerose tele con episodi della vita del santo.
 
Percorrendo corso XX Settembre si giunge a  Castello Pio, villa di fine Ottocento realizzata richiamando lo stile di un vecchio castello medievale, qui termina il nostro percorso alla scoperta di questa cittadina dell’entroterra salentino.